This is an example of a HTML caption with a link.

Chirurgia estetica



MICROLIPOSUZIONE LIPOMATOSICA


Descrizione:

    Nella comune pratica ambulatoriale , molto facilmente possiamo diagnosticare neoformazioni lipomatose solitarie di varie dimensioni  ma non sono infrequenti le forme multiple insorte senza alcuna connessione patologica o nel quadro di sindromi o lipomatosi, quali la lipomatosi di Launois-Bensaude costituita da grossi noduli adiposi che si localizzano in maniera simmetrica al collo ed alla porzione superiore del torace, o la lipomatosi di Dercum in cui le lesioni, multiple e progressive, sono dolenti e si accompagnano a turbe ipofisarie ed ovariche, astenia,turbe emozionali.

Il lipoma è un tumore benigno, costituito da cellule adipose mature che si sviluppano nel grasso sottocutaneo e , talora, in organi interni. E' una neoformazione abbastanza frequente in eta' giovanile ed adulta. , le sedi piu' colpite sono la nuca, le spalle, il dorso, le cosce e gli arti superiori.

   Si manifesta come una formazione sottocutanea, ricoperta da cute normale di dimensioni variabili, consistenza molle ed elastica , con limiti non ben definiti rispetto al grasso circostante, di forma rotondeggiante o plurilobulata, mobile rispetto alla cute ed ai piani sottostanti.

   Il tumore manifesta una crescita lenta e asintomatica fino a raggiungere una dimensione stabile benchè siano possibili fatti infiammatori intercorrenti con edema, eritema , dolore, e parziali necrosi su base ischemica cui possono residuare fibrosi e calcificazioni .

   Istologicamente il lipoma è costituito da adipociti maturi raccolti in noduli e racchiusi da una capsula connettivale meno evidente o assente nelle forme racemose, plurilobulate.

  Ho ritenuto doverosa questa introduzione   poichè l'approccio chirurgico del paziente ambulatoriale deve essere sempre più corretto ed informato, per poter poi affrontare   l' intervento con la massima tranquillità e cognizione di causa.

   L'asportazione della neoformazione lipomatosa , oltre che con la usuale tecnica chirurgica , può essere effettuata con una brillante ed efficace metodica di microliposuzione che si è rivelata estremamente efficace nel trattamento di lipomi non racemosi . 

   Le regioni particolarmente elettive per questo tipo di intervento sono senza ombra di dubbio quella toracica e la dorsale , per una serie di fattori che prendono in considerazione il grande lavoro che svolgono i muscoli di queste regioni ; infatti il risultato estetico di una asportazione chirurgica in queste sedi non è mai estremamente soddisfacente, per la facilissima diastasi che si crea nell'ambito cicatriziale e per la possibilità di una cicatrice ipertrofica fino alla formazione cheloidea .

Già da tempo ho ritenuto estremamente utile adottare la tecnica di "microliposuzione lipomatosica " che, se applicata con precisione e perizia, offre notevoli risultati funzionali e soprattutto estetici con grande soddisfazione sia del paziente che del chirurgo.

   Ritengo molto importante altresì, valutare la morfologia del lipoma , che deve risultare libero sui piani sottostanti , ben circoscritto e non estremamente molle ; si dovrà delimitare con una penna dermica l'area di proiezione aiutandoci con una leggera ma accurata palpazione , anche se personalmente trovo di grande utilità una ecografia del tessuto sottocutaneo interessato , quindi considerare il punto più declive con un piccolo segno . Naturalmente l' affrontare questo intervento presuppone l'organizzazione tipica e raccomandata per qualsiasi tipo d'intervento ambulatoriale in anestesia locale con l'adeguata attrezzatura chirurgica che contempla un set da microliposuzione formato da due   microcannule  di 2 mm e di 3mm della lunghezza di 12 e 15 cm . collegate ad una siringa in aspirazione mediante l'apposito blocca-stantuffo .

   Prendiamo ora in considerazione un lipoma  della regione dorsale , del diametro valutato in 5 cm , che il paziente riferisce di averlo notato già da alcuni anni e che negli ultimi mesi è aumentato di dimensioni e che si fa sentire per una dolenzia  a riposo ed in movimento : questo può rappresentare una tipica situazione che ci potrà permettere di affrontare il caso con questo tipo d'intervento.

   Una accurata anamnesi sarà dirimente , poi se tutto risulterà nella norma per intervenire in anestesia locale ( come gli esami ematochimici e la valutazione dell'apparato cardiovascolare ) potremo iniziare con una  infiltrazione di soluzione fisiologica  molto fredda  seguita da anestetico ( carbocaina 1% con epinefrina ) ;  questo tempo è molto importante per permettere una completa analgesia della cute soprastante , ma anche per la zona sottostante il lipoma .

   Pratichiamo ora una piccola incisione di 2-2.5 mm nella parte più declive  dell'area in precedenza tratteggiata e che segna  la circonferenza della neoformazione , attraverso la quale introduciamo la microcannula collegata alla siringa , cercando di mantenere un piano parallelo . Appena siamo sicuri di trovarci , con la parte anteriore della cannula , nella zona centrale del lipoma , mettiamo in aspirazione la siringa creando così dentro ad essa il vuoto e  con delicati movimenti di andirivieni creiamo un ventaglio di aspirazione dato dai tunnels creatisi . Potremo così osservare come la siringa si riempia del tessuto lipomatoso e come la tumefazione , prima ben evidente , si appiani completamente ; nel contempo è sempre importante praticare , con la mano libera , una accurata palpazione tangenziale per valutarne la assoluta aspirazione,  che personalmente cerco attraverso  una valutazione ecografica  post intervento ritenendola più esaustiva .

   A questo punto , appurata la completa risoluzione della neoformazione , iniettiamo attraverso la piccola incisione il contenuto di una fiala di coagulante  ( tranex ) e posizioniamo una borsa con ghiaccio per circa 10 minuti , dopo i quali passiamo alla sutura con un punto di novafil 5-0 ; sarà poi molto importante eseguire una medicazione compressiva  che manteniamo per 7 giorni, dopo di che rimuoviamo il punto .

   La completa soddisfazione , se tutto eseguito secondo le regole , si avrà in una altissima percentuale anche se dovremo sempre fare i conti con quella piccola statistica di recidiva come succede in tutti gli interventi chirurgici .

   L'importanza di questo approccio chirurgico si evince da solo , visto la minima invasività , la sede ambulatoriale dell'intervento , il grande risultato estetico a cui si arriva , che premia il chirurgo ma soprattutto il paziente ..

Galleria foto:



 Tipo di intervento: 

Nome *  
Cognome *  
Email *  
Telefono *  
Indirizzo *  
Cap *  
Citta' *  
Provincia *  
Note
Codice di verifica CAPTCHA *
Trattamento dei dati Concedo il consenso *
 
       (* Campi obbligatori)
Siti internet Ferrara
Informativa estesa sull'uso dei cookies